AMBIENTE: CORSI FER, PROROGA è VITTORIA DI PIRRO

La vittoria di Pirro. Cna entra nel merito dei corsi di aggiornamento per l’installazione e la manutenzione straordinaria degli impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili. “L’ennesima vergognosa proroga è un danno nei confronti di tutte quelle imprese serie che i corsi li hanno già svolti (e pagati) e che si sono attenute alle regole. Non è certo questo il modo per tutelare le imprese”.

In merito all’argomento Cna ha scritto al sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri evidenziando come la Regione Toscana, con la nuova proroga, abbia premiato chi non ha rispettato la scadenza che lei stessa aveva imposto. Per Cna una grave responsabilità appartiene al Ministero dello Sviluppo Economico. Secondo la delibera il primo aggiornamento avrebbe dovuto effettuarsi entro il 30 giugno: scadenza poi rimandata, con 10 giorni di ritardo, che in pratica da alle imprese la possibilità di effettuare l’aggiornamento entro il 31 dicembre 2019. “Così facendo – spiega ancora la principale associazione di categoria – la Regione Toscana ha concesso un anno in più validità di chi ha già effettuato l’aggiornamento, stabilendo la nuova scadenza al 31 dicembre 2020, ma ha lasciato un vuoto enorme nel mercato. Le imprese che hanno seguito il corso di aggiornamento e le imprese che ancora non lo hanno fatto si muoveranno sullo stesso mercato producendo, di fatto, una concorrenza sleale”.