Carrara: bando per la refezione scolastica, tutte l [..]

Il bando per l’affidamento dei servizi inerenti la refezione scolastica di nidi e scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado per i prossimi quattro anni è da rivedere. Lo ha messo nero su bianco, come è nel suo stile di trasparenza e concretezza, Cna che ha provveduto lo scorso 23 febbraio ad inviare al Comune di Carrara le sue osservazioni. Osservazioni di carattere tecnico e normativo che la principale associazione degli artigiani ha raccolto dopo un confronto con le imprese che operano nel settore della refezione scolastica. Sono diversi i punti che destano perplessità che la principale associazione degli artigiani ha illustrato nel documento all’amministrazione comunale e per cui chiede chiarimenti.

“Sono stati riscontrati – spiega Cna che nel documento cita i punti – che alcuni dei criteri citati per la valutazione dell’offerta tecnica non sono direttamente riconducibili alla qualità dell’offerta quanto piuttosto ai requisiti soggettivi dei concorrenti medesimi. Al Comune di Carrara abbiamo chiesto inoltre chiarimenti in merito all’inserimento di criteri direttamente collegabili all’offerente e non all’offerta oggetto del bando di refezione scolastica. Chiarimenti – conclude Cna – che ancora non sono arrivati”.