DEGRADO: NUOVO TENTATO FURTO A BATTILANA, BEFFA DE [..]

Non solo hanno tentato, senza riuscirci, di entrare all’interno di uno dei nuovi capannoni dell’area di Battilana ma si sono presi anche il gioco della videosorveglianza. Il colpo è andato male ma lo “sgarbo” è di quelli che devono far riflettere: i ladri, a volto scoperto, hanno “salutato” la videocamera che già nelle scorse settimane aveva “beccato” i furbetti che avevano scaricato con un carroattrezzi la carcassa di un’auto senza però immaginare di essere ripresi. La denuncia arriva ancora da Cna esasperata per l’escalation senza freni di vandalismi e furti nella nuova area di Battilana, a Carrara (Ms). L’area ospita una decina di aziende. A bordo di una 147 Alfa Romeo, i tre malviventi, hanno rallentato di fronte alla telecamera posizionata all’ingresso dell’area quasi a deridere il tentativo delle imprese di difendersi. “L’impunità è loro garantita tanto da permettersi di prendere in giro le imprese, il territorio e le forze dell’ordine. – commenta un arrabbiato Paolo Bedini, Presidente Cna Massa Carrara – E’ evidente che l’area è diventata già terra di predoni e vandali: ogni giorno registriamo un danneggiamento, un abbandono di rifiuti o un tentativo di furto. Credo che questa non sia la strada giusta. Come imprese e come associazione continueremo ad implementare la videosorveglianza, con investimenti propri, perché è l’unico strumento a nostra disposizione per contrastare questi fenomeni ma non è giusto nemmeno vivere barricati dentro le aziende. Ogni giorno, quando apriamo, temiamo sempre il peggio: un furto o un danno. I nostri appelli, fino qui, sono rimasti inascoltati e l’area, che con fatica siamo riusciti a completare, è già un triste simbolo dell’impotenza di fronte a questi delinquenti che hanno anche il coraggio di prenderci in giro. Chiedo alle forze dell’ordine un maggiore presidio dell’area e delle aree artigianali del territorio. Purtroppo non accade solo a Battilana. L’alternativa? Saremo costretti a difenderci ed iniziare a dormire nelle aziende. Se necessario partiremo anche con dei pattugliamenti notturni a turno. Non ci lasciano nessuna altra opzione”.

Nelle scorse settimane Cna aveva denunciato, a più riprese, lo stato di abbandono dell’area nonostante gli sforzi e gli investimenti delle imprese. “L’area – conclude – è diventata una discarica e c’è chi si permette di venire qui, con un carro attrezzi, e scaricare auto e carcasse e tentare di portarci via attrezzi, apparecchiature, pc e ogni utensile che abbia un mercato. Non resteremo con le mani in mano ne tanto meno permetteremo alla delinquenza di far diventare quest’area, che ci siamo sudati, un bancomat”. Nel frattempo le problematiche manifestate dalla principale associazione degli artigiani non sono ancora state risolte: “la roulotte, che è stata abbandonata qui da mesi ormai non è mai stata rimossa nonostante i solleciti, e così la cabina elettrica. Le imprese – spiega Paolo Ciotti, Direttore Cna Massa Carrara - stanno ancora lavorando con la corrente da cantiere. Voglio sperare che dal 25 giugno si ponga rimedio a questa situazione. Fino a che non saranno risolte le problematiche dell’area congeleremo ogni investimento”.