AUTOTRASPORTO: ESITO INCONTRO MINISTRO TONINELLI DE [..]

Martedì 23 Luglio le Associazioni di categoria dell'autotrasporto di merci c/terzi hanno incontrato il Ministro Toninelli ed alcuni Dirigenti del MIT.
L'incontro è una prima positiva e tempestiva risposta alla richiesta di incontro avanzata da UNATRAS in data 11 Luglio con la quale si chiedeva di fare il punto e di intervenire su almeno tre tematiche dirimenti per la categoria:

- BRENNERO;
- COSTI D'ESERCIZIO;
- TEMPI DI PAGAMENTO.

Rispetto ad un intervento che modifichi i propositi dell'introduzione da parte dell’Austria di un pacchetto di misure ancora più restrittive sul transito dei veicoli industriali (la cui entrata in vigore è prevista a decorrere dal prossimo ottobre ed altre a partire da gennaio 2020), sia il Ministro che il Capo di gabinetto, hanno sottolineato come questo tema sia di fondamentale importanza non solo per l'autotrasporto ma anche per l'intera economia del Paese. Pe tale motivo è stato fatto e si continua a fare, di concerto con altri paesi UE, un incessante lavoro politico nei confronti della CE al fine di modificare il progetto unilaterale austriaco. Uno sforzo che si prefigura molto arduo e che, vista la rigida posizione dell’Austria, lascia presupporre che ci sarà molto spazio per l’avvio di battaglie legali.

L'occasione è stata inoltre utile per incassare una ennesima dichiarazione di volontà del Ministro a ripubblicare i "COSTI D'ESERCIZIO". A tal proposito l'onorevole Toninelli ha informato di aver dato disposizione ai suoi collaboratori di procedere previa acquisizione di tutti gli elementi che evitino di inficiare la loro nuova e piena pubblicazione (nella versione del 24 Febbraio 2015).
In merito alla proposta di rendere indeducibile la fattura del committente che non rispetta i tempi di pagamento, il MIT si è dichiarato molto interessato a tale ipotesi e in tempi brevi saranno fatti i dovuti approfondimenti.

Nel corso dell'incontro è stata inoltre richiamata l'estrema necessita di intervenire per dare quanto prima attuazione a quanto previsto dalla legge di bilancio per il 2019 in tema di assegnazione ai privati delle revisioni dei veicoli pesanti sopra a 35 Q.li.

È stato poi stigmatizzato che la bozza di decreto investimenti (che è stato firmato dal Ministro in questi giorni) sembrerebbe contenere una disparità di trattamento tra veicoli con 35 q.li di massa complessiva a pieno carico e veicoli di massa superiore relativamente alle modalità di accesso all’agevolazione: per i primi non è prevista la condicio sine qua non della rottamazione del vecchio veicolo. Il MIT si è preso l'impegno di convocare prima della pausa estiva, un incontro per cercare di accelerare le risposte ed eventualmente intervenire con modifiche su questi due temi:

- revisioni ai privati dei mezzi superiori a 35 q.li;
- decreto investimenti.

Il ministro Toninelli ha quindi proposto di affrontare gli impegni futuri con una impostazione di metodo: prevedere una programmazione strutturale per affrontare le tematiche in sospeso ed individuare così soluzioni utili per la categoria e proposte propedeutiche alla definizione della prossima legge di bilancio per l’anno 2020, riprendendo l'impostazione dei 4 tavoli tecnici (INCENTIVI – INNOVAZIONE TECNOLOGICA – NORMATIVE – SOCIALE) annunciati dall’allora Vice Ministro Rixi durante il confronto avviato a Luglio 2018 e che, per i noti motivi non hanno avuto più riscontro; essi dovevano servire per affrontare temi come: Accesso al Mercato – Trasporti Eccezionali – Cabotaggio – Tempi di pagamento – Costi di esercizio – Calendario dei divieti di circolazione.
La volontà espressa dal Ministro è quella di coinvolgere nella discussione di queste tematiche tutte le competenze a disposizione.

Dall'incontro è emersa quindi la volontà di affrontare e dare riscontro alle problematiche della categoria seppur nell'arco temporale di un cronoprogramma da costruire con le associazioni di categoria. 

Per quel che concerne il tema delle carte tachigrafiche, UNIONCAMERE ha informato che il servizio ha ripreso i suoi ritmi consueti e che tutte le richieste in sospeso presentate dal 17/06/2019 risultano evase.

Seguiranno aggiornamenti.