AUTOTRASPORTO: PUBBLICATE LE DISPOSIZIONI ATTUATIVE [..]

Sulla G.U. n° 270 del 29.10.2020, è stato pubblicato il Decreto Direttoriale n° 187 del 21 Ottobre 2020 recante “disposizioni di attuazione delle misure incentivanti a favore delle imprese di autotrasporto di cui al decreto 14 agosto 2020”.

In sostanza, con il sopra richiamato Decreto Direttoriale, si rendono fruibili ulteriori 25,8 milioni di euro per la sostituzione dei veicoli con contestuale radiazione per rottamazione.

Come da precedente comunicazione, le risorse erano state individuate dall’articolo 53 del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124 recante con il quale erano state originariamente stanziate ulteriori risorse, pari a complessivi 12,9 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, da destinare, nel rispetto della normativa dell'Unione europea in materia di aiuti agli investimenti, al rinnovo del parco veicolare delle imprese attive sul territorio italiano iscritte al Registro elettronico nazionale (R.E.N.) e all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

Questi 25,8 milioni di euro, sono risorse aggiuntive rispetto ai 122.255,624 milioni di euro destinati agli investimenti nel settore dell’autotrasporto tramite il D.M. n. 203 del 12 maggio 2020 ed il totale dei contributi per incentivi agli investimenti relativi all’anno 2020 ammonta quindi a complessivi 148.055.624 euro.

Si informa infine che il DD 187/2020 è stato oggetto di parziale rettifica tramite il DD N°189 del 29.10.2020 in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Con il DD 189/2020, si precisa che tra i beni oggetto di contributo rientrano anche le acquisizioni riguardanti gli autoveicoli euro 6 D Temp, di massa complessiva pari a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate (erroneamente non contemplate nel DD n°187/2020).

Con lo stesso DD n°189/2020, si puntualizza quindi che l’importo massimo dei contributi ottenibili da ogni singola impresa è pari a 550mila euro ed in questo limite, non vengono calcolati gli importi ricevuti ai sensi del Decreto Ministeriale 336/2019 (investimenti 2019) e del Decreto 203/2020 (investimenti 2020) anche laddove l’importo globalmente ricevuto dalla singola impresa dovesse superare il limite di 550mila euro.

Per maggiori dettagli, si rinvia alla lettura idei decreti di riferimento allegati.

Gli uffici della CNA restano a disposizione per informazioni, assistenza, consulenza e servizio di presentazione della domanda.