Grazie alla Convenzione stipulata con CNA, SIAE e SCF offrono agli Associati una riduzione fino al 40% delle tariffe per la diffusione del loro repertorio, attraverso strumenti meccanici (es. radio, televisori, apparecchi telefonici ecc.) presenti nelle strutture.

Per tutte le imprese che fanno uso di musica per le loro attività, il pagamento del rinnovo dell’abbonamento annuale riguardante la musica d’ambiente deve essere effettuato entro il 29 febbraio 2024.

Per ricevere il modello di pagamento cartaceo da presentare alla SIAE scrivi a marchi@cna-ms.it precisando la partita iva dell’attività associata a CNA Massa Carrara.

SIAE gestisce e tutela i diritti relativi alla composizione musicale (musica e/o testo), sia nel caso venga eseguita dal vivo, sia nel caso venga riprodotta su disco. Tali diritti sono da corrispondere all’autore della composizione e all’editore del brano.

Con nota prot. 2/989 SIAE, con riferimento alle tariffe per diritti di esecuzione musicale valide per l’anno 2024, comunica che l’indice ISTAT del mese di settembre preso a riferimento per l’adeguamento tariffario è stato pari al 5,1%. Tenuto conto della particolare congiuntura economica e di mercato, SIAE ha inteso limitare tale incremento al 2,5%. Come previsto dagli accordi in essere il residuo sarà accantonato.

Le nuove tabelle aggiornate sono disponibili sul sito SIAE cliccando e aprendo al tendina, sulla home page, “UTILIZZATORI”.

Per l’anno 2024 rimane confermato il contenuto degli accordi applicati nel 2023 ad eccezione dell’accordo per i “trattenimenti musicali senza ballo” che deve ritenersi cessato in ragione dell’entrata in vigore della nuova normativa dal 1/1/2024.

Con la Circolare prot. 2-984, SIAE fornisce alcune precisazioni sul nuovo sistema tariffario per i “trattenimenti musicali senza ballo” che è entrato in vigore dal 1/1/2024 e disponibile anche sul sito della SIAE.

SCF gestisce e tutela i diritti relativi alla registrazione discografica  (cioè all’incisione su supporto dell’opera musicale). Tali diritti sono da corrispondere al produttore della registrazione e all’artista che ha prestato la propria interpretazione all’incisione.

SCARICA LA TABELLA TARIFFARIA SCF 2024

Ricordiamo che per poter utilizzare legalmente radio e TV nei luoghi di lavoro, nei luoghi pubblici, nei pubblici esercizi, negli alberghi, nei circoli privati, luoghi di intrattenimento, mezzi di trasporto, ecc. occorre:

  • Pagare il canone di abbonamento speciale alla RAI;
  • Pagare alla SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) i diritti d’autore;
  • Pagare il diritto connesso a SCF.

Inoltre, per le attività che effettuano la riproduzione di opere letterarie protette dal diritto d’autore mediante fotocopia, xerocopia o altri strumenti similari, è dovuto alla SIAE un contributo apposito quale diritto d’autore annuale per l’attività di reprografia.

diritti SIAE sono dovuti a fronte di qualsiasi utilizzo di brani musicali, video o televisivi e rappresentano il “guadagno” dell’Artista che ha composto l’opera o realizzato il prodotto video o televisivo. Si pagano i diritti SIAE per le diffusioni audio-visive effettuate con qualsivoglia mezzo (radio, mangianastri, CD, TV, cinema, filodiffusione, juke-box, strumenti musicali e d’orchestra) in qualsiasi contesto (luoghi di lavoro, di ritrovo, luoghi pubblici, al chiuso, all’aperto, negozi, alberghi, circoli privati, ecc.).

I diritti SIAE si pagano anche per le Segreterie Telefoniche o centralini telefonici qualora dotati di musica d’attesa. La misura dei diritti SIAE è commisurata al luogo in cui avviene la diffusione e al mezzo utilizzato per la diffusione.