La Regione Toscana con la Delibera G.R. nr. 540 del 06.05.2024 ha approvato le “Linee di indirizzo inerenti alla formazione degli alimentaristi (in attuazione dei Regolamenti CE n. 852/2004 e n. 853/2004) e all’attività di controllo delle Aziende UU.SS.LL. per la valutazione dell’adeguatezza della formazione presso le imprese dell’ambito alimentare”.

Le nuove Linee di indirizzo inerenti alla formazione degli alimentaristi (Allegato A della Delibera nr. 540/2024) sostituiscono le precedenti disposizioni in materia (Delibere di giunta regionale 559/2008 e 24/2000).

La formazione del personale addetto a preparazione, trasformazione, manipolazione, trasporto, vendita e somministrazione degli alimenti, è un requisito fondamentale per garantire l’igiene e la sicurezza degli alimenti. Costituisce infatti uno strumento indispensabile per prevenire le tossinfezioni alimentari.

Il regolamento CE 852/2004 stabilisce che i responsabili dell’impresa alimentare, cioè gli Operatori del settore alimentare (OSA), gli Operatori del settore mangimistico (OSM) e gli Operatori economici (OE) oppure i Responsabili dei Piani di autocontrollo o i preposti, sono tenuti a possedere idonea formazione e assicurarla ai propri addetti in relazione al tipo di attività assegnata. Si tratta di una formazione specifica in materia di igiene alimentare, permanente e documentata.

La formazione deve essere idonea alla mansione del lavoratore, centrata sui rischi alimentari da prevenire. Oltre ai percorsi formativi di cui alle linee di indirizzo, rivestono una particolare rilevanza l’addestramento e la supervisione perché tarati sulla tipologia di attività esercitata e correlati allo specifico processo produttivo.

L’Addestramento deve avvenire con continuità; l’Operatore, il Responsabile del piano di autocontrollo o i loro preposti, sono tenuti ad attuare l’addestramento annuale anche in una fase di fermo del ciclo produttivo e per almeno un evento all’anno, fornendo evidenza documentata del suo svolgimento quale attività programmata da annotare su una specifica scheda del Piano di autocontrollo.

Lo svolgimento dell’addestramento annuale e della supervisione deve essere documentato per singolo alimentarista o per gruppi omogenei di lavoro. Addestramento e supervisione sono particolarmente importanti in caso di cambiamento della tipologia produttiva dell’impresa o nel caso di cambiamento di mansione dell’alimentarista. In una impresa alimentare la supervisione per la verifica del rispetto delle norme in materia di alimenti effettuata da parte di operatori esperti e qualificati (Operatori, Responsabili dei Piani di autocontrollo, Responsabili e/o addetti alla qualità, Capireparto ecc) deve avvenire costantemente.

Linee di indirizzo inerenti alla formazione degli alimentaristi (in attuazione dei Regolamenti CE n. 852/2004 e n. 853/2004) e all’attività di controllo delle Aziende UU.SS.LL per la valutazione dell’adeguatezza della formazione presso le imprese dell’ambito alimentare definiscono in particolare:

  • le responsabilità degli Operatori in tema di formazione (formazione continua: formazione, addestramento, supervisione), i moduli formativi (A, B, C) con i relativi contenuti e le modalità di erogazione, i requisiti dei docenti, l’aggiornamento periodico ecc.
  • le indicazioni alle Aziende Usl sull’attività di verifica della formazione e della sua efficacia, nell’ambito dei controlli ufficiali.

I corsi si articolano in moduli (A, B, C) e rappresentano un insieme di obiettivi formativi aggregati.

  • La formazione degli addetti Livello 1 è costituita dal percorso formativo Modulo A (durata minima 2 ore)
  • La formazione degli addetti Livello 2 è costituita dal percorso formativo Modulo A + Modulo B (durata minima 6 ore);
  • La formazione degli Operatori, Responsabili del Piano di autocontrollo o preposti è costituita dal Modulo A + Modulo C (durata minima 10 ore).

I corsi di formazione, in base al modulo, possono essere erogati da:

– il modulo A può essere erogato dalle imprese alimentari per i propri addetti, dalle Agenzie formative accreditate in Regione Toscana  e da TRIO

– i moduli B e C possono essere erogati dalle imprese alimentari per i propri addetti e dalle Agenzie formative accreditate in  Regione Toscana

AGGIORNAMENTO

Gli Operatori, Responsabili del piano di autocontrollo, Preposti e gli Addetti di cui all’elenco soggetti del livello 2, successivamente al conseguimento del primo attestato di formazione (Modulo B per gli Addetti, Modulo C per gli Operatori, Responsabili del Piano di autocontrollo o preposti) sono tenuti ad effettuare il corso di aggiornamento periodico quinquennale di almeno 3 ore, i cui obiettivi formativi possono essere individuati tra quelli gestionali e professionalizzanti (riferimento al modulo C per Operatori, Responsabili del Piano di Autocontrollo o Preposti) o solo professionalizzanti (riferimento al modulo B per Addetti di cui all’elenco 2).

DISPOSIZIONI TRANSITORIE

Gli attestati di formazione rilasciati ai sensi della D.G.R. n. 559/2008 si ritengono validi come assolvimento del corso di formazione dei Modulo A, Modulo B e dell’Unità Formativa 1 del Modulo C (vedi tabella 5 del punto 11 delle nuove linee di indirizzo).

ATTENZIONE: entro 2 anni dalla pubblicazione delle presenti linee guida gli Operatori o i Responsabili del piano di autocontrollo che hanno assolto all’obbligo formativo ai sensi della DGR 559/2008, dovranno integrare la loro formazione relativamente alla sola Unità Formativa 2 del Modulo C (di 4 ore) per acquisire le conoscenze delle tematiche gestionali, secondo le modalità indicate nelle Linee di indirizzo. L’assolvimento della UF 1 del modulo C in base alla formazione pregressa dovrà essere indicata nel campo note dell’attestazione rilasciata.
La formazione suddetta, debitamente documentata, permetterà di assolvere all’obbligo di aggiornamento dovuto ai sensi del paragrafo 3.7 delle nuove linee di indirizzo.

Per maggiori dettagli, si rimanda alla lettura de Le nuove Linee di indirizzo inerenti alla formazione degli alimentaristi

Gli uffici della CNA restano a disposizione per ulteriori informazioni.