E’ stata promulgata l’Ordinanza presidenziale recante ad oggetto “DCM 03/11/2023 – DCM 05/12/2023 – OCDPC n. 1037 del 05/11/2023 – Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 2 novembre 2023 nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, nonché di Massa-Carrara e Lucca. Differimento dei termini per i controlli di efficienza energetica in scadenza al 31/12/2023.”
L’ordinanza consente e ai proprietari e i responsabili degli impianti termici, UBICATI NEI SOLI COMUNI ELENCATI NELL’ALLEGATO A dell’Ordinanza commissariale 98 del 15 novembre 2023, come integrato dall’ Ordinanza 108/2023, con l’indicazione dei Comuni di Reggello, Lastra a Signa, Dicomano e Montaione della Città Metropolitana di Firenze, nonché dall’Ordinanza 128/2023 – Allegato A, con l’indicazione di ulteriori Comuni delle province di Massa Carrara e Lucca, di svolgere i relativi interventi di efficienza energetica relativi al 2023 entro il 30 giugno 2024, fermi gli obblighi di manutenzione dell’impianto.
Da un punto di vista procedurale, è necessario che gli operatori (installatori e manutentori) indichino chiaramente nei rapporti di controllo rilasciati ai propri clienti che l’intervento effettuato nei primi sei mesi del 2024 è riferito all’annualità 2023, esplicitando al contempo e per iscritto i successivi obblighi al cliente/responsabile.
La segnalazione (da riportare anche in occasione della trasmissione del rapporto nel SIERT) dovrà essere inserita nelle Osservazioni, a tal proposito se ne suggerisce questa versione (per i generatori che devono fare controllo di efficienza ogni due anni): “l’intervento odierno si riferisce all’annualità 2023 – il prossimo intervento di efficienza energetica dovrà essere effettuato nell’anno 2025”.
Per le manutenzioni invece, il prossimo intervento (come di consueto) dovrà essere indicato nell’apposito spazio in fondo al rapporto di controllo.